E’ questo il Punto (D).

Tutto ebbe inizio una calda serata di settembre dopo una breve chiacchierata con il mio più caro amico (a volte gli interlocutori maschili possono renderci artefici di ispirazioni mirabolanti semplicemente attraverso momenti davvero imbarazzanti):

-<<…Per esempio il famoso punto G, ci ho messo una vita a capire dove si trovasse e poi, che te lo dico a fare, hai capito, no?>>

-<< No.>>

-<< Cioè che poi diventi una specie di Dio del sesso, capisci uno di quelli che le donne cercano perché il passaparola è potente e tutte vogliono provare, non so se ho reso l’idea…>>

Pausa! Lo so:

si è un poveretto, si è un illuso e si ho tentato di trattenere una grassa risata e no, non ci sono riuscita.

No, non avrei potuto e per almeno due motivi evidenti. Il primo è che l’idea che le donne (tutte) siano alla perpetua ricerca di un uomo che le soddisfi sessualmente come fossimo gattine in calore che si trascinano come miserabili sotto il sederone del “romeo” di turno, non abita più neppure le fertili menti degli adolescenti da almeno due generazioni.

La seconda è che, ca va sans dire, Il punto G, è una legenda.Vorrei non soffermarmi su questo dettaglio interessante quanto la finale del torneo di bocce condominiale, ci basti pensare che il punto G è come quel fantasma che almeno una delle vostre prozie giura di aver visto, potrebbe sbracciarsi e perdere fiato e salute la zia, pur di convincerci che esiste davvero, ma noi non ci crederemo mai.In sintesi, il punto G, c’è chi giura di averlo “visto”, chi non lo esclude, ma tutte nessuna esclusa saprebbe mai dirti dove si trova ne com’è fatto.

-<< Ho trovato il punto g >>

-<<e che hai sentito?>>

-<< eh non so spiegarlo>>

-<< che forma ha>>

-<< eh non so spiegarlo>>

<< e di grazia, cosa cavolo hai trovato perlamiseria?!>>

<< eh non sospiegartelo>>

Quando sogghignate di una donna che vi confessa che dal partner cerca esclusivamente fedeltà, lealtà, intelligenza, curiosità e che abbia belle mani e begli occhi, sappiate che meritereste che dal cielo scendesse la grossa mano di un dio giusto per schiaffeggiarvi a dovere.

Noi siamo molto più articolate e raffinate e complesse di un semplice punto immaginario nel quale dovrebbe convergere il nostro piacere sessuale.

Il punto reale, quello che sappiamo esistere davvero è uno solo: Il Punto D.

Facilmente ascrivibile nel vasto insieme di tutte quelle cose che ci piacciono da morire ( e si ci troviamo ovviamente anche il sesso), spesso al suo interno possiamo riconoscere “robette” che non trovano coerenza l’una con l’altra e che, e questo è tristemente diffuso, spesso ci vergogniamo di ammettere di amare.

Non è perché conosciamo a menadito ogni singolo testo di Virginia Wolf, che non possiamo leggere un giornale di gossip.

Il punto è che siamo appassionate, curiose, proviamo piacere attraverso un mucchio di cose diverse tra loro:

La musica, la lettura, il design, la cucina, i figli, il marito, il compagno, il fidanzato,l’amica, la moglie, la compagna e la fidanzata, l’attualità, la politica, gli affari esteri, i fumetti, la società, la nutella, la cucina cinese, giapponese, italiana, spazzatura, vegana, vegetariana, le serie tv americane, quelle demenziali e quelle introspettive, la tecnologia, la moda.

Siamo capaci di “godere” davanti ad una scarpiera 4×4 o al cospetto di un’antica libreria. sappiamo chi è Martin Schulz e chi è Mariano di Vaio.Appaghiamo la gola mangiando bio ma potremmo uccidere per un Bigmec. Amiamo farci i selfie e venire bene, sappiamo essere credibili ad una riunione a lavoro o durante l’incontro con gli insegnanti ma se parte un singolo dei Take That  torniamo le sedicenni tamarre di un tempo ( non ci provare! eri tamarra anche se ascoltavi gli SLAYER e scrivevi sul muro della cameretta “la vita fa schifo”).Facciamo le serie e poi le sceme.Ridiamo per poco e riflettiamo per meno

Siamo appassionate ed è questo il punto, andiamo in estasi con un mucchio di cose, per un mucchio di cose.

Questo è solo una metà del punto D.L’altra parte non la conosco ancora, si scoprirà strada facendo.

Lucia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...