Bergoglio: Eva non era una tentatrice (ma amici come prima).

Al crollo dei nostri miti, ci siamo tutti abituati.Nel bene e nel male ma ci siamo abituati.Abbiamo cominciato da Bambini quando ci hanno detto che babbo Natale non solo non è Lappone, ma che addirittura non esiste,ci è caduto il mito della Befana, della fatina dei denti, è caduto un mito quando abbiamo scoperto che Cristina D’avena e Licia erano due persone diverse, che Licia non era una persona, che Uan non aveva le gambe, che Lady Oscar aveva le tette, che Kurt Cobain non si è suicidato, che rubano anche a sinistra, che anche la Merkel ha un cuore.

Oggi Papa Bergoglio fa crollare l’ennesimo mito, uno di quelli belli tosti questa volta, un mito dalla corazza granitica, così grosso che per dare la misura dell’enormità di questo mito ci basta pensare alla mole di teorie maschiliste che nei secoli questo ha generato.Grosso e pure cattivo. Così cattivo che è stato capace di convincere intere e millenarie generazioni che se l’uomo fa una cosa brutta è perché dietro c’è una donna che lo ha tentato.

Il Papa è lapidario <<Eva non è mai stata una tentatrice e Adamo ha fatto proprio una brutta figura>> .Una bomba culturale lanciata con la leggerezza di un bouquet.In pieno stile Bergoglio.

E infine la chiusa che tuona maestosa <<dobbiamo difenderle le donne!».

E in un lampo nella mia testa è il delirio, crollano le icone del maschilismo nel mondo: si ribaltano governi, consigli di amministrazione, gerarchie militari, cadono Burqa, le mutilazioni genitali sono solo fantasie di cattivo gusto, le spose bambine tornano a dormire con le bambole, spazzati via gli stupri, gli aborti forzati , il femminismo diventa un ossimoro.Si lima l’asimmetria tra ciò che può fare un uomo e ciò che può fare una Donna.Le Donne sono uguali agli Uomini.Finalmente!

Nella mia testa le parole del Papa hanno il potere di cambiare il mondo.

<<Dobbiamo difendere le donne>>.

Nella mia testa oggi è un giorno buono.Nella realtà il solito. Perchè i “miti” cattivi in questa realtà sono duri a morire.

Perchè se non è Eva la tentatrice, allora lo sono Sara o Cristina, sarà Colpa di Anna, di Ginevra, di Maria, di Samatha ( se con l’H è meglio), di Greta, di Lucia, di Chiara di Rosaria.

Se a farci i regali non era Babbo Natale li pretendevamo da mamma e papà,  perché a noi fondamentalmente dei miti non ce n’è mai fregato poi tanto.Ci importava e ci importa non perdere i benefici che alcuni miti ci hanno portato.

E volete mettere che gran figata vivere in un mondo nel quale basta attribuire fantasiose colpe veniali ad una donna qualsiasi, per sentirsi un grande uomo?!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...