#iotirispetto i bracciali “virali” contro la violenza sulle donne da Sogliano Cavour verso il Salento e oltre

Il 25 Novembre ricorre la Giornata Mondiale per la lotta alla violenza contro le donne. Per l’occasione anche quest’anno saranno moltissime le iniziative che da parte a parte dell’Italia si alterneranno per riflettere su uno dei più dilanianti drammi dei nostri tempi. Fra tutte una specialissima menzione la merita il comune di Sogliano Cavour in provincia di Lecce con la campagna di sensibilizzazione #iotirispetto.

L’Assessorato alle Pari Opportunità del comune salentino si è sempre distinto per la particolare attenzione verso una comunicazione socialmente responsabile ed in questo senso corre determinata anche la campagna #iotirispetto, un semplice quanto perentorio hashtag stampato rosa su bianco su braccialetti che mantengono fedeli lo stile dalla cooperativa Made in Carcere che li produce e, come si legge in una nota sulla pagina Facebook della campagna intendono spostare l’attenzione sul “valore del rispetto” perché di questo si tratta, di un valore ma anche un diritto e soprattutto di un dovere.

iotirispettookok4
Una rappresentanza degli uomini del mio comune Diso (Le) che sposano la campagna #iotirispetto

La campagna punta sugli uomini, perché inutile girarci intorno, è lì che si annida il problema; a dirlo sono i numeri, estrapolati da statistiche che ad oggi mantengono un trend terrificante; a causa di un uomo violento oggi muore una donna ogni due giorni. Tuttavia faremmo un grave errore se ritenessimo che la violenza è solo quella fisica, quella che lascia cicatrici sul corpo o i volti tumefatti, quella che conduce al “femminicidio”.

Sono violenze anche le vessazioni psicologiche, le discriminazioni sul luogo di lavoro, gli episodi di bullismo sempre più spesso anche sul web e su questo punto continua la nota  “La violenza di genere funziona spesso come forza invisibile, di controllo di un genere sull’altro in vari ambiti della vita sociale: nel lavoro, nella politica, nella famiglia”.

La violenza sulle Donne deve essere considerata a tutti gli effetti uno dei primi drammi ai quali cercare un argine e questo non è solo auspicabile ma addirittura di vitale importanza. Ed è per questo che il contributo degli uomini è così importante; è necessario cercare in questi gli alleati per sollecitare le coscienza e promuovere una cultura che non conceda alla violenza alcuna attenuante, nemmeno un alibi. Una cultura che promuova la “tolleranza zero”.

iotirispettook1
Una rappresentanza degli uomini del mio comune Diso (LE) che sposano la campagna #iotirispetto

E i braccialetti distribuiti dal comune di Sogliano Cavour e dall’Assessorato alle Pari Opportunità sono un veicolo strategico ma anche simbolico. Sono rosa, un colore che associamo all’universo femminile, il colore delle bambine, quello che ricorda le fiabe; gli uomini che li indossano sono obbligati a superare questo cliché preferendo di fatto il messaggio promosso agli stupidi quanto degradanti stereotipi.

Gli uomini con al polso questi bracciali, senza pensarci troppo lo urlano #iotirispetto e obbligano gli altri ad una maggiore riflessione e quindi ad una nuova consapevolezza sul problema “…solo un Uomo che non è ingabbiato nella società patriarcale può dirsi un Uomo libero. Egli è un uomo che ha rispetto per sé e per le donne” conclude la nota e lo fa ricordandoci che la violenza sulle donne non è solo un problema “da donne” ma della società nel suo più complesso insieme, una piaga profonda che impoverisce tutti, indistintamente e che come il più dannato dei circoli viziosi si ripercuote poi su figli, fratelli, mariti, padri, amici ecc.

iotirispettokok2
Una rappresentanza degli uomini del mio comune Diso (LE) che sposano la campagna #iotirispetto

iotirispetto35

#Semirispettitirispetto, è il secondo e ultimo hashtag della campagna e la soluzione al problema è tutta lì che cavalca una certezza quasi lapalissiana: se distruggi la vita di una donna, distruggi anche la tua, se non rispetti le donne non rispetti neppure te stesso.

iotirispettookok3
Una rappresentanza degli uomini del mio comune Diso (LE) che sposano la campagna #iotirispetto

(in copertina uno dei testimonial della campagna, Francesco Sena, apneista di Napoli che ha scelto di vivere  a Torre Suda, Racale)

‪#‎SeMiRispettoTiRispetto
‪#‎IoTiRispetto

Per info:

Facebook #iotirispetto

Sito del comune di Sogliano Cavour

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...